Il comune di Forio - B&B Ischia Porto La Vispa Teresa
Chiamaci!Prenota Online
B&B Ischia "La Vispa Teresa" Ischia Porto -Zona Centro Tel. +39 081 981282

3 Dic

Il comune di Forio

Il comune di Forio

Il comune di Forio, situato nel versante occidentale dell’isola, è il secondo comune per territorio e numero di abitanti dell’isola d’Ischia.

Nella cittadina foriana, a farla da padrone è il meraviglioso tramonto, uno spettacolo unico in cui il sole tinge il cielo di sfumature rossastre e, poi, sparisce, all’orizzonte, nelle acque azzurro intenso del mare.

A Forio mare e montagna si fondono dando vita ad un connubio di paesaggi naturalistici davvero spettacolari. Alle bellissime e tranquille cale sabbiose di San Francesco, della Chiaia, di Cava dell’isola e di Citara si contrappongono le pareti ripide e scoscese del Monte Epomeo.

Zaro con i Giardini La Mortella e la Villa di Luchino Visconti

Nella parte iniziale del comune di Forio si trova la frazione di Zaro nota per i famosi “Giardini La Mortella”, un bellissimo giardino botanico con specie di piante tra le più rare e disparate, creato dal musicista William Walton.

Su questo versante del comune si possono, inoltre, ammirare “Villa Visconti”, la storica residenza estiva del grande regista Luchino Visconti, la spiaggia di San Francesco, un posto singolare e affascinante alle falde del Monte Caruso.

La spiaggia è dominata dal santuario di San Francesco di Paola, un eremo a picco sul mare che regala un panorama davvero superbo.

Il Centro di Forio e le sue basiliche

Proseguendo verso il Centro di Forio, sul lungomare vi è un piccolo porticciolo turistico, mentre sul versante sinistro vi è il centro storico della città, con le sue caratteristiche stradine, i palazzi storici e le basiliche di Santa Maria di Loreto e San Vito, con le sue piccole cappelle e gli oratori dallo stile arabeggiante.

Il Torrione

Forio è famosa anche per il suo “Torrione”, una torre di avvistamento risalente alla fine del ‘400, costruita dagli aragonesi per difendersi dalle incursioni dei pirati, oggi è sede di una galleria d’arte e di un museo civico.

La Chiesa del Soccorso

La passeggiata nel centro si conclude in modo superbo con l’arrivo al Piazzale del Soccorso che prende il nome dalla omonima Chiesa dedicata a Santa Maria della neve.

La Chiesa del Soccorso è conosciuta in tutto il mondo non solo per la sua posizione, ma soprattutto per la sua singolarissima facciata bianca e per la scala di accesso ricoperta da preziose maioliche del ‘700, raffiguranti santi e scene della Passione di Cristo.

Lo stile è inconfondibile, sia pure nella elegante semplicità, riassume l’architettura grecobizantina, moresca e mediterranea in una mirabile fusione di forme armoniche e graziose.

Il lungomare di Forio e le sue spiagge

Appena fuori dal centro storico della cittadina foriana, passeggiando sul lungomare è possibile giungere alla spiaggia diCava dell’isola”, una piccola baia sabbiosa immersa nel verde, questa spiaggia è un vero e proprio ritrovo estivo per i giovani di ogni parte.

Proseguendo oltre, si giunge nell’incantevole “Baia di Citara” con il suo bellissimo panorama e la grande spiaggia. Nella “Baia di Citara” sorge il più grande complesso termale dell’isola d’Ischia, noto in tutto il mondo con il nome di “Giardini Poseidon“, con più di 20 piscine sparse in circa 50.000 ettari di lussureggiante giardino. A fare da preludio a questo bellissimo parco vi è anche un piazzale con graziosi bar all’aperto, ideali per un aperitivo al tramonto!

Gli ultimi paesini del comune foriano, sempre proseguendo verso ovest, sono quelli di Sorgeto e di Panza.

Sorgeto e le sue acque calde in mare

Nella Baia di Sorgeto potrete concedervi un bagno in mare nelle acque caldissime che sgorgano dal sottosuolo, una esperienza davvero indimenticabile, oltre che gratuita!

Panza e la degustazione del Vino Doc di Ischia

Nella parte interna e collinare sorge la frazione di Panza che vi regala delle esperienze particolari, con la possibilità di degustare i vini delle più prestigiose cantine isolane, quali “Pietratorcia” e “D’Ambra Vini”, e di visitare il famoso “Museo del Contadino” che evoca le tradizioni della secolare viticultura ischitana.

Loading...